Parti con noi: prenota ora e paga dopo!
Cerca
Destinazioni
About us
Viaggi di tendenza

Boschi italiani: addentriamoci nelle foreste più suggestive

Stai cercando una destinazione italiana nel verde, all’aria aperta e poco affollata per il tuo prossimo viaggio? Imboscati con noi!


Pubblicato il 25/02/2021

Curiosità dal mondo
Homepage / Into the Blog / Curiosità dal mondo / Boschi italiani: addentriamoci nelle foreste più suggestive

Indice

Sentiamo sempre parlare di vacanze al mare e vacanze in montagna ma il patrimonio paesaggistico italiano ha molto di più da offrire: ben 10.987.805 ettari di foreste e boschi!

Un patrimonio unico sia per il contributo alla causa ambientale globale, sia per la ricchezza di biodiversità floreale e faunistica che il nostro Paese ci regala. Le aree verdi italiane sono la nostra casa sull’albero: un rifugio dove scappare ogni qualvolta che abbiamo bisogno di un respiro profondo e di ritrovare la nostra connessione con la natura.

In questo articolo ti suggeriamo alcune foreste e boschi in Italia da non perdere.

Quest’estate cavalca l’onda green: prediligi viaggi naturalistici e viaggi sostenibili. Fanno bene al cuore e all’ambiente!


Foreste e Boschi italiani da non perdere

Bosco del Parco delle Foreste Casentinesi – Toscana

Il nostro viaggio in Toscana alla ricerca di boschi e foreste non può che partire dall'Appennino tosco-romagnolo, in uno dei più bei parchi d’Italia che circonda le province di Arezzo, Forlì e Firenze. Ci troviamo nel bosco del Parco delle Foreste Casentinesi che, insieme alla Riserva Integrale di Sasso Fratino, dal 2007 è entrato a far parte della lista di Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Uno dei più belli ma anche uno dei più antichi d’Italia: alcuni faggi che caratterizzano il parco superano i 500 anni di età; chissà se sono stati proprio loro ad ispirare artisti del calibro di Dante Alighieri e Gabriele D’Annunzio che vi hanno dedicato le proprie pagine. Oggi il parco propone innumerevoli escursioni con le quali riempire il tuo diario di viaggio di ricordi: dal censimento del cervo in estate, alla raccolta dei funghi in autunno, fino alle ciaspolate sulla neve in inverno.

Bosco del Parco delle Foreste Casentinesi, Toscana, Italia

Boschi vetusti della Val Cervara – Abruzzo

Una foresta di faggi antichissima, per la precisione la più antica di tutta Europa che, insieme a tutte le foreste di faggi presenti sul territorio italiano, è stata certificata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Ben 20 ettari di bosco dichiarati “Riserva Integrale” dall’Ente Parco: in queste zone non è possibile svolgere alcuna attività di sfruttamento; se un albero cade non è previsto alcun intervento umano bensì si attende che il ciclo naturale della vita faccia il proprio corso. Proprio per questo motivo i boschi vetusti della Val Cervara sono fra i nostri preferiti: Exploration not Exploitation!

Bosco di La Thuile – Valle d’Aosta

E adesso, quale sentiero prendiamo? Ci lasciamo guidare dalle nostre guide locali: dal centro del paesino montano di La Thuile, tappa imperdibile durante il nostro viaggio in Valle d’Aosta, si diramano numerosi sentieri che conducono al bosco di La Thuile in poche ore di cammino. Possiamo raggiungere il Lago Verney, uno dei laghi alpini più grandi e belli di tutta la Valle d’Aosta, oppure la triade delle Cascate del Rutor, presso le quali ammirare l’arcobaleno attraverso i giochi d’acqua naturali. In inverno, la strada da percorrere è una sola: quella che porta agli impianti sciistici!

Bosco di La Thuile, Valle d'Aosta, Italia

Bosco del Cansiglio – Veneto

Ci troviamo in uno dei luoghi del cuore del FAI, il Fondo Ambiente Italiano, nonché del nostro: il Cansiglio, 6.570 ettari di bosco a cavallo fra Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Se stai cercando un rifugio boschivo nel quale fuggire dal caos cittadino, il bosco del Cansiglio è la tua prossima destinazione. Qui la caccia è bandita da tempo: a farti compagnia saranno caprioli, cervi, daini e la maestosa aquila reale. Ogni stagione porta con sé profumi e colori differenti, come i nostri stati d’animo: faggi, felci e anemoni in autunno, abete bianco, rosso e fior di stecco in primavera, nonché genziane e crocus. Una vera e propria immersione nella flora e fauna locale, in un’area protetta tutta italiana!

Boschi del Parco Nazionale del Pollino – Calabria

Occhi ben aperti: potresti avvistare uno scoiattolo nero meridionale, un gioiello di biodiversità che puoi avvistare esclusivamente durante il tuo viaggio in Calabria e Basilicata. A cavallo fra queste due regioni si trova il Parco Nazionale del Pollino, una delle destinazioni italiane preferite dai viaggiatori sportivi alla ricerca di avventure adrenaliniche. Hai mai praticato il canyoning? Scivola anche tu nelle Gole del Raganello, scala pareti di roccia alte 400 metri e schiva gli spruzzi d’acqua della “Doccia del Diavolo”. Gli scoiattoli neri meridionali giudicheranno la tua performance sportiva nascosti fra gli alberi del bosco!

Bosco del Parco Nazionale del Pollino, Calabria, Italia

Lasciati ispirare

7 giorni
Toscana
SICAI
A partire da:

SOOOOON
vedi il tour
7 giorni
Abruzzo
SICAI
Partenze dal 31/10/2021
A partire da:

699
vedi il tour
7 giorni
Valle d'Aosta
SICAI
A partire da:

SOOOOON
vedi il tour
8 giorni
Calabria
original
A partire da:

SOOOOON
vedi il tour
8 giorni
Sicilia
SICAI
Partenze dal 30/10/2021
A partire da:

749
vedi il tour
5 giorni
Friuli-Venezia Giulia
WWF TRAVEL
A partire da:

SOOOOON
vedi il tour

Bosco Fontana – Lombardia

Chi ha detto che la Lombardia è di colore grigio non ha mai messo piede nel Bosco Fontana, nei pressi di Mantova. A pochi passi dalla città, nel territorio del comune mantovano di Marmirolo, l’ambientazione si colora di verde: ci addentriamo in quel che resta delle antiche foreste di latifoglie che un tempo ricoprivano la pianura padana e che oggi si sono trasformate nella Riserva Naturale Biogenetica di Bosco Fontana. Non ci sono aree attrezzate o punti di ristoro: dimentica i comfort della città e imboscati in questo viaggio naturalistico!

Bosco di Ficuzza – Sicilia

Dai nostri viaggi in Sicilia torniamo sempre con un mosaico come souvenir. Oggi però ci imboschiamo in un mosaico vivente: la Riserva Naturale del bosco di Ficuzza, in provincia di Corleone. Castagni, lecci, querce e sughere e chi più sfumature ha più ne metta! Non solo flora ma anche fauna: il bosco di Ficuzza ospita il Centro Recupero Animali Selvatici della LIPU; inoltre, sulle sponde dei Laghetti Coda di Riccio è possibile avvistare diverse specie di anfibi e uccelli acquatici. Sicuramente fra le prossime tappe dei nostri viaggi WWF biowatching!

Bosco di Ficuzza, Sicilia, Italia

Foresta di Tarvisio – Friuli-Venezia Giulia

Un enorme polmone verde fra Italia, Austria e Slovenia: questa è la Foresta di Tarvisio, destinazione naturalistica durante un viaggio in Friuli-Venezia Giulia ai piedi delle Alpi Giulie. Lascia a casa le cuffiette e non rinnovare l’abbonamento a Spotify: la Foresta di Tarvisio saprà intrattenerti con i suoni della natura, i cinguettii degli uccelli e lo scorrere dell’acqua. Inoltre, gli abeti rossi da legno pregiato di questa foresta vengono utilizzati per la realizzazione di strumenti musicali. Se scegli di visitarla nei mesi di giugno e luglio potresti sentire una canzone nepalese risuonare in lontananza: proviene dalla Wulfenia carinthiaca, un fiore unico al mondo che cresce solo nella Foresta di Tarvisio e… sull’Himalaya!

Foresta di Tarvisio, Friuli-Venezia Giulia, Italia

Bosco Quarto – Puglia

Ci tuffiamo non solo nelle acque del Salento ma anche nella natura incontaminata del Gargano! Qui fiorisce il Bosco Quarto, 8.000 ettari di faggi, carpini bianchi, alberi di cerro e agrifogli. Ti sfidiamo a riconoscere gli esemplari floreali più antichi: le sfumature gialle e rosse della corteccia sono simbolo di longevità. Lo sanno bene le volpi, i tassi, i cinghiali e gli scoiattoli che abitano questa zona; lo avresti mai detto che anche in Puglia è possibile avvistare un cervo? Salta in sella e raggiungici: il nostro viaggio in bicicletta direzione Gargano sta per partire!

Gran Bosco di Salbertrand – Piemonte

Lo scenario perfetto per una passeggiata o una pedalata nella natura? La distesa di abeti rossi e bianchi del Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand, in Piemonte. Inizia il tuo percorso nel verde: avventurati lungo lo storico Sentiero di Franchi, lo stesso percorso dalle truppe di Carlo Magno, oppure segui le tracce della Grande Traversata delle Alpi e conquista il Forte di Exilles. Una volta tagliato il traguardo presso il Rifugio Arlaud, riceverai il tuo premio: un aperitivo a base di specialità piemontesi!

Gran Bosco di Salbertrand, Piemonte, Italia


Ora possiamo uscire allo scoperto, abbiamo finito di imboscarci!

La nostra community di viaggiatori ti sta aspettando per scoprire insieme a te i boschi e le foreste più suggestive d’Italia. Parti insieme a Tramundi e lascia la tua impronta green nel mondo!

Ti è piaciuto l'articolo?


Vuoi ricevere contenuti speciali dal mondo dei viaggi?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere novità, curiosità e consigli dal mondo dei viaggi.

Con noi ti sembrerà di essere sempre on the road!

Il tuo prossimo viaggio?
Viaggi Last Minute